Territori sostenibili

dal 2000 Strategie e destination management nei Parchi
Acta ha collaborato frequentemente con Enti parco e Regioni (Alpi Marittime, Sibillini, Adamello Brenta, Beigua, Danubio, Regione Lombardia) per supportarli nello sviluppo di strategie per il turismo sostenibile in coerenza con la Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS), concessa dalla Federazione Europea Europark.
more

L’approccio di ACTA prevede un lavoro fortemente collaborativo con lo staff e la dirigenza del parco e delle autorità locali e regionali, in modo da definire le questioni e le domande strategiche, a partire dalle analisi dei dati disponibili e dalla conoscenze utili che vengono sviluppate. Di fatti, localmente vengono sviluppate consultazioni, ricerche su opportunità di mercato, valutazione di fattori propulsivi e detrattivi, anlisi delle opportunità di sostenere economicamente le azioni. Obiettivo è definire strategie su misura delle specifiche esigenze di ciascuna destinazione. Queste includono programmazione di azioni specifiche, raccomandazioni per la valorizzazione delle risorse umane, coinvolgimento del settore privato e pubblico.

2005-2007, Assistenza tecnica per la Regione Lombardia per l’implementazione della CETS _ Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (definizione del Protocollo di collaborazione tra Europark e Regione Lombardia, assistenza tecnica per conto della Regione a supporto del bando per le aree parco lombarde, elaborazione del Manuale Tecnico per lo sviluppo della Carta Europea).
2004-2005, Sviluppo delle analisi, coinvolgimento e programmazione della strategia di turismo sostenibile e ottenimento della CETS nel Parco dell’Adamello Brenta (Trentino), Parco del Danubio (Romania).
2004, Parco del Beigua, indagine e pianificazione del processo, preliminare allo sviluppo della CETS.
2001-2002, Parco Dei Monti Sibillini, Sviluppo della CETS, fase di diagnostico, coinvolgimento e partecipazione degli attori, definizione della strategia.
1999-2000, Parco delle Alpi Marittime, Sviluppo della CETS, fase di diagnostico, coinvolgimento e partecipazione degli attori, definizione della strategia; 2006, Revisione della strategia.

dal 2010 Scenari urbani per Centocascine
100 cascine, 9000 ha di campi, e 1000 interrogativi sul futuro.
more

Centocascine è un’associazione che raggruppa proprietari di circa 100 cascine lombarde per un totale di 9.000 ha di superficie con l’obiettivo di sviluppare proposte e progetti per la rifunzionalizzazione del patrimonio ambientale e immobiliare delle cascine. ACTA è parte della Consulta tecnica scientifica, ha sviluppato scenari a supporto delle linee progettuali e accompagna lo sviluppo delle componenti di strategia turistica.

2009 – 2010 Master Plan per lo Sviluppo Turistico sostenibile della regione di Kolašin e della regione di Zabljack (Montenegro)
more

Acta ha collaborato con DFS, società d’ingegneria italiana, sviluppando la sezione sulla sostenibilità nel turismo dei Masterplan commissionati dallo Stato Montenegrino nell’ambito dei programmi di cooperazione con il Ministero dell’Ambiente italiano per due principali località turistiche di montagna: Kolasin e Zabljack. Specificamente ha sviluppato:
– Analisi dei trend di mercato e raccomandazioni sui targets
– Experience Audit: attraverso visite sui luoghi e colloqui qualificati con operatori e istituzioni si sono identificati gli elementi deboli in infrastruttura, attrezzatura, servizi e management (in relazione alla prospettiva di mercato assunta)
– Raccomandazione per affrontare tali gap
– Linee guida per l’implementazione di schemi di accreditamento imprenditoriale e per la valorizzazione delle risorse naturali e culturali di rilievo
– Proposta di brand image

2010 Atomi e Bit _ Workshop internazionale di Progettazione Urbana per la Nuova Via della Seta in Euro Asia
Il workshop è parte del Programma Intensivo Erasmus (IUAV- Istituto Universitario di Architettura di Venezia, e partnership con università internazionali).
more

Ispirandosi agli obiettivi della Conferenza di Lisbona “come costruire una società digitale avanzata” e al documento strategico Europa 2020 “connettere innovazione tecnologica ed equità”, i progettisti e i pianificatori immaginano come integrare atomi e bit, quindi come far dialogare nel progetto strutture materiali e immateriali, proponendo scenari urbani innovativi dell’“Ubiquitous City”.
Sulla base delle macro-infrastrutture dei grandi corridoi (Traceca Transport Corridor Europe-Caucasus-Asia e Tae Trans-Asia-Europe) che coinvolgono Europa, Asia centrale e Cina – che costituiscono la Nuova Strada della Seta, il Workshop si concentr sui nodi del sistema: piattaforme capaci di gestire l’incontro tra culture, beni, uomini. Si identifica il luogo e il modello di insediamento. Il luogo è il sito industriale dismesso di Porto Marghera, vicino a Venezia; il modello è il Fondaco. Forze guida della costruzione degli spazi urbani è la capacità di combinare l’incontro tra culture diverse con il recupero e l’incremento della qualità ambientale.

2006 – 2008  Piano strategico per lo sviluppo sostenibile delle Isole Pelagie
Lampedusa e Linosa, 5.000 persone, ogni anno sono “invase” da migliaia di persone, che in parte che arrivano dalle coste africane credendo nell’ospitalità di un’Europa benestante, e in parte sono turisti. Il suo sviluppo e questa dinamica hanno portato il bilancio ambientale delle isole a un deficit drammatico.
more

Il Piano strategico ha una struttura olistica e considera il metabolismo degli ecosistemi (naturali, urbani e sociali) come un sistema complesso unico. Opera attraverso lo strumento degli scenari, combinando la fattibilità degli interventi con la creatività di proposte capaci di ristabilire una connessione tra contesto e necessità degli uomini. Il Piano è promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Regione Sicilia e dal Comune di Lampedusa e Linosa e sviluppato da IUAV, Istituto Universitario di Architettura di Venezia. ACTA ha sviluppato l’analisi del capitale naturale e sociale, l’analisi della domanda turistica, il Forum civico locale e le consultazioni con gli operatori economici, il Workshop progettuale con esperti, studenti, amministratori, cittadini; ha contribuito alla definizione degli Scenari e del Piano di Azione.

2007 – 2008 Ecoturismo Mediterraneo
Attraverso azioni educational volte a internazionalizzare il management delle strutture turistiche locali e sostenerlo di fronte ai cambiamenti internazionali, Ecoturismo Mediterraneo è un progetto che sviluppa una strategia di ecoturismo condivisa tra istituzioni e operatori.
more

E’ promosso da una coalizione di 64 Municipalità locali in Sicilia (area tra Palermo e Cefalù e nelle 14 isole) e gestito dalla rete internazionale Ecotrans, di cui Acta è membro italiano. Compiti sviluppati da ACTA:
– Valutazione “porta in porta” degli esperti di alberghi e strutture turistiche per stimolare ad una gestione sostenibile e all’acquisizione della certificazione europea Ecolabel
– Gestione di incontri e focus groups con operatori economici per la definizione di azioni e progetti comuni e specifici
– Workshop internazionale sulla certificazione ambientale nel turismo
– Facilitazione di connessioni internazionali per iniziare un lavoro di rete tra operatori
– Progettazione e sviluppo di visite educational per operatori e amministratori in destinazioni turistiche europee (Spagna e Germania) per individuare una visione coerente di destinazione turistica sostenibile
– Progettazione e sviluppo di una conferenza a basso impatto ambientale “Mediterranean Ecotourism”, Gibilmanna 2008, conclusasi con la Carta dell’Ecoturismo Mediterraneo

2006 Tutus in silvis_Val di Scalve, Lombardia
Assistenza tecnica alla coalizione territoriale della Val di Scalve (BG) per lo sviluppo di un Piano integrato per la competitività di sistema.
more

Il PIC è strategia per investimenti pubblico/privati nel settore turistico, commerciale, culturale. Progetto premiato dalla Regione Lombardia con il 100% del cofinanziamento. ACTA ha sviluppato la strategia territoriale, la selezione degli interventi e la concertazione territoriale, in collaborazione con l’Università di Bergamo.

2004-2005 Tourism Learning Area
Sperimentazione pilota di una Tourism Learning Area nel settore del Turismo in Provincia di Bergamo e redazione del Manuale Europeo. Commissione Europea, DG Imprese – Unita’ Turismo, Ecotrans, Università di Bergamo.

2002 Progetto integrato per il Parco del Nebrodi
Strategia territoriale per la valorizzazione del capitale naturale del Parco dei Nebrodi (Sicilia), con individuazione di progetti catalitici.
more

Finanziato dalla Regione per l’intero programma economico. Responsabilità scientifica: Giuseppe Longhi, IUAV

2000 Urban Messina
Strategia per il rinnovo urbano di Messina.
more

Sviluppo del progetto urbano e della candidatura al programma Urban; progetto finanziato da Urban Italia. Responsabilità scientifica: Giuseppe Longhi, IUAV

2001 Agenda 21 Ecolocride
Sviluppo del processo partecipativo di Agenda 21, per i Comuni della Locride (Calabria).

2000 Patto territoriale per lo sviluppo sostenibile dell’area di Tindari, Sicilia
Patto territoriale del Consorzio intercomunale pubblici Servizi Tindari-Nebrodi, 22 Comuni (Sicilia)
more

Il progetto ha definito una strategia e investimenti pubblici e privati. L’area è un’ampia zona rurale e costiera con l’importante area di Tindari (parco naturale e archeologico). Il progetto ha ottenuto dalla Regione Sicilia il 75% di fondi pubblici. Le attività svolte da ACTA:
– Concept del piano strategico
– Conduzione del processo di accordo tra pubblico e operatori privati
– Business plan e candidatura presso la Regione Sicilia

1996 – 1997 Regione Piemonte, Aree Obiettivo 2
1996, Consulenza strategica per la stesura del Programma Operativo 1997/99, aree Ob.2, Asse turismo, regolamento CE 2081/93.
1997, Elaborazione del Manuale “Turismo e sviluppo sostenibile.Progettare il cambiamento”.

1997 – 2001 Piemonte, Coalizione Comuni Alto Verbano
1997, Assistenza metodologica, modelli di valutazione e incontri di supporto per operatori locali, per l’area di Verbania.
2001, Programma Integrato. Interventi infrastrutturali finalizzati al miglioramento qualitativo e allo sviluppo del turismo dell’Alto Verbano.

1997-1998 Provincia di Crotone
1997, IMKA, Azioni innovative Cultura del lavoro. Forum Aperto per il Turismo Culturale. Progetto Europeo CE D.G.XVI, con Provincia di Crotone e CCIAA di Crotone. Sviluppo della metodologia del Forum aperto applicato ad un processo di sviluppo locale.
1998, Piano programmatico operativo per uno sviluppo turistico compatibile con l’ambiente nella Provincia di Crotone. Primo Piano provinciale per il turismo sostenibile sviluppato con modalità partecipative.
Video 1a parte, 2a parte, 3a parte